Scuola di specializzazione in psicoterapia

a orientamento psicoanalitico lacaniano

Università Popolare di Psicoanalisi Jacques Lacan - UFORCA

Istituto abilitato ai sensi Art. 3 L. 56/89 - D.M. 31.12.93 - G.U. n. 19 del 25.1.94; adeguamento D.D. 25.5.01 - G.U. n. 160 del 12.7.01 - DIRETTORE SCIENTIFICO: JACQUES-ALAIN MILLER - PRESIDENTE: ANTONIO DI CIACCIA

Logica della vita quotidiana

Palermo
Venerdì, 19 Gennaio, 2018 - 18:00

Presentazione del libro

Logica della vita quotidiana.
Il soggetto tra ripetizione, identificazione e sintomo
di Leonarda Razzanelli
(Quodlibet Studio)

Introduce e coordina

Roberta La Barbera, segretario della sede di Palermo della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, membro della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, della Association Mondiale de Psychanalyse

Intervengono

Jean Louis Gault, psicoanalista AME della Ecole de la Cause Freudienne, della Escuela de Orientacion Lacaniana, della New Lacanian School e della Association Mondiale de Psychanalyse
Leonarda Razzanelli, psicoanalista, membro della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi, della Association Mondiale de Psychanalyse e docente dell'Istituto freudiano

INGRESSO LIBERO

Informazioni:
Luogo

La Feltrinelli
via Cavour 133
Palermo

Info

Roberta La Barbera
tel. 3452197044
email: roberta.labarbera71@gmail.com

Possiamo dire che la psicoanalisi è una logica della soggettività? Ma quale soggettività? Non certo quella della filosofia, di cartesiana memoria, rispetto a cui tuttavia si colloca. In psicoanalisi si tratta di un soggetto «sovvertito» da un desiderio che implica il corpo nel pensiero e il pensiero nel corpo. E il termine «logica» non è da intendere in senso classico, come la scienza che studia le leggi del pensiero, bensì come la definisce Lacan: «scienza del reale». L’intento è quello di tornare alle origini della sovversione freudiana, che introducendo nel mondo l’idea che l’io non è padrone in casa propria, ha scoperchiato il vaso di Pandora della psiche umana.Il testo verte su tre concetti: il soggetto, la ripetizione e il sintomo. Il concetto di soggetto ha le sue radici nel discorso filosofico e scientifico che ha preceduto la stessa nascita della psicoanalisi e ne ha permesso il concepimento. La ripetizione è il presentarsi del soggetto dell’inconscio tout court, che, nel mancare l’incontro con il reale, ha l’esigenza di identificarsi ad un significante o ad un’immagine che viene dall’Altro. In ultimo, la nozione di sintomo, che alla fine del suo insegnamento Lacan denominerà sinthomo, implica non solo la presenza di un soggetto che «sceglie» ma anche l’insistere di qualcosa che «torna sempre allo stesso posto».